Sicurezza e rischio finanziario dei conti carta

Guida alla tutela dei diritti del consumatore sui rischi economici e finanziari dei conti carta

Quando si attiva un conto carta il principale rischio che bisogna sopportare è quello di non vedersi restituite le somme versate sulla carta da parte dell’istituto bancario emittente. I conti carta, inoltre, non sono tutelati dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.

Le condizioni economiche e contrattuali, che si applicano a questo sistema di pagamento, possono subire delle variazioni unilaterali. In ipotesi di questo genere, il titolare del conto carta può esercitare il diritto di recesso entro 60 giorni dal momento in cui gli viene notificata la variazione.

Un alto rischio è rappresentato dall’utilizzo improprio della carta da parte di soggetti non autorizzati, i quali potrebbero entrare in possesso dei dati identificativi e della password per accedere alla carta per eseguire delle transazioni online.

Per ridurre la probabilità che la propria carta o i codici di accesso possano essere utilizzati da soggetti non autorizzati, si consiglia di custodire attentamente la propria carta e l’apposito codice P.I.N. dispositivo.

Se il titolare osserva delle regole molto comuni e agisce con prudenza, tale rischio viene ridotto in maniera notevole. In caso di smarrimento o furto della carta conto, il titolare deve agire in maniera tempestiva per ottenerne il blocco immediato, utilizzando il numero telefonico della banca, dedicato alla scopo, operativo 24 ore su 24.

I conti carta non sono tutelati dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi; si consiglia, in via cautelativa, di non effettuare trasferimenti di ingenti importi per giacenza su conto.

Note a proposito di “Guida ai conti carta: la guida sui conti carta è stata redatta a partire dal 24 novembre 2016. Ultima modifica effettuate 9 dicembre 2016.