Introdotto il POS obbligatorio con D.L. 90/2014: come funziona

Da oggi 1 luglio 2014, il POS obbligatorio per le attività commerciali diventa realtà (o quasi).

1 luglio 2014. Il 24 giugno è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge D.L. 90/2014 che stabilisce l’obbligatorietà del “deposito telematico”; in sintesi, per commercianti, artigiani, imprese e studi professionali non, il Decreto Legge stabilisce che non sarà più consentito ricevere il pagamento in contanti per acquisti superiori a 30 euro.

Tuttavia, pena la non sanzionabilità di chi riceve in contanti pagamenti superiori a 30 euro, l’obbligatorietà si traduce nella disponibilità del venditore a offrire per legge, la possibilità di poter pagare col POS, tramite carte di credito, carte di debito e bancomat.

Non è comunque escluso che prossimamente vengano introdotte delle sanzioni amministrative.

Un rapporto di Confesercenti stima che un imprenditore che realizzi transazioni per circa 50.000 euro all’anno, tra costi di installazione del POS, canoni e commissioni, subirà un aggravio dei costi d’azienda di circa 1700 euro all’anno.

Related Posts