Prestiti per lavoratori atipici: cosa sono e come ottenerli

Come richiedere online prestiti personali per lavoratori con contratto di lavoro atipico e a tempo determinato.


Tutte le persone che svolgono un lavoro dipendente con contratto a progetto o in somministrazione e i lavoratori autonomi con partita IVA rientrano tra i lavoratori atipici, cioè non inquadrabili negli standard tradizionali dei contratti di lavoro di categoria.

Caratteristica comune del lavoro atipico è l’alta flessibilità del lavoratore nel trovare un impiego, a scapito della scarsa stabilità della durata del contratto. Infatti i lavoratori con contratto di lavoro atipico, spesso vengono assunti con contratto a tempo determinato, che varia da pochi mesi (in genere 6 mesi) fino a uno o due anni di contratto.

In un contesto di precarietà della retribuzione mensile, accedere a un prestito personale per lavoratore atipico non è facile ma più agevole che ricorrere ai prestiti per disoccupati. Tuttavia nel panorama dei finanziamenti bancari o di istituti finanziari che erogano prestiti, alcuni prodotti di prestito personale sono studiati apposta per i lavoratori atipici, al fine di superare l’ostacolo “lavoro a tempo determinato” al fine di estinguere il prestito entro la scadenza del contratto di lavoro atipico e la possibile perdita del lavoro se il contratto non viene rinnovato per un ulteriore periodo.

Valutazioni sulla richiesta e la concessione di prestiti per lavoratori atipici

Al fine di evitare che la richiesta di finanziamento venga negata, consigliamo di chiedere un importo sul preventivo di prestito, consono al reddito mensile netto in busta paga e mai superiore un quinto. In questo modo potremmo ottenere molto agevolmente un prestito per lavoratore atipico con cessione del quinto dello stipendio.

Per quanto riguarda la durata del finanziamento per lavoratori atipici, meglio non superare la durata del nostro contratto di lavoro. Se ad esempio il nostro contratto di lavoro a tempo determinato è di due anni, possiamo scegliere di rimborsare il prestito entro 18 mesi. Se possediamo un conto corrente bancario o postale, segnaliamolo alla banca o alla finanziaria: sarà una piccola garanzia aggiuntiva al fine di ottenere il finanziamento.

Documentazione necessaria

La documentazione da inviare per la valutazione della concessione del prestito per atipici è:

  • documento di riconoscimento in corso di validità;
  • codice fiscale o tessera sanitaria;
  • ultime due buste paga;
  • eventuale copia del contratto di lavoro.

Norme generali da seguire per richiedere prestiti per lavoratori atipici.

Verificare sempre le condizioni del contratto di prestito e la presenza di eventuale clausole vessatorie, nonché possibili penali nei casi in cui paghiamo in ritardo una rata o saltiamo il pagamento di più rate o, ancora, decidiamo di estinguere il prestito anticipatamente, cioè prima della naturale scadenza del contratto di prestito. Se possibile, è buona norma sottoscrivere una polizza assicurativa sui prestiti per lavoratori atipici. L’eventuale presenza di un garante con reddito da lavoro o pensione, più velocizzare e assicurare un esito positivo della concessione del prestito.

Come per altre tipologie di prestiti personali, chiedete preventivi (sono gratuiti) a più di una banca o finanziaria, anche utilizzando i siti di prestiti online. Solo dopo un’attenta valutazione dei costi e del tasso di interesse applicato (TAEG e TAN) e le condizioni del contratto, sottoscrivete la concessione del prestito per lavoratore atipico.

Related Posts

Prestiti consigliati