La girata della cambiale

Cos’è la girata della cambiale

La girata di una cambiale è l’atto con la quale un soggetto (girante) trasferisce a un altro soggetto (giratario), la possibilità di esigere e incassare il valore di un titolo di  credito. Pertanto tramite la girata, chi appone la firma sul retro della cambiale, trasferisce per legge il diritto di credito.

Come può essere la girata.

Si distinguono due tipi di girata; la girata in bianco e la girata piena. Se il titolo di credito (assegno o cambiale) è con girata in bianco, il titolo può essere portato all’incasso solo dal possessore del titolo. Con la girata piena il titolo può essere incassato solo dal beneficiario.

Importante quindi che con la girata piena, venga indicato il beneficiario del titolo di credito. Con la girata in bianco basta apporre la propria firma.

Responsabilità sulla girata della cambiale.

La cambiale (o assegno) può essere girata più volte, prima che questa venga portata all’incasso dal beneficiario o dal possessore, assumendo in prima persona la solvibilità del titolo. La responsabilità del pagamento del titolo può essere esclusa apponendo la clausola “senza garanzia” (non all’ordine) trasferendo la responsabilità del pagamento della cambiale ai primi giratari.

Norme di legge sulla girata cambiaria.

Nell’ordinamento italiano, la girata della cambiale è regolata dagli articoli 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013 e 2014 del codice civile.